16 aprile 2008

Bene bene bene

...per adesso qua nel Palazzo tutto tace: nessuna reazione alle elezioni, tutti zitti.
Di sicuro c'è un perché, ed io una personale idea ce l'ho: aspetto solo che qualcuno dia il LA per scatenare il vero bordello che poi, come di solito succede, è sempre un'ottima scusa per una pace armata a base di tris di primi, ciccia x tutti e vinello della casa (e così si resta anche in ambito politico) da sugellare in qualche ristorante nelle contee intorno a Piacionia.

Detto questo: riceviamo una bella mail strappalacrime dall'amico Necchi che lavora in quel di Prato in mezzo a orde di cinesi sputazzanti.
Dopo le foto del matrimonio del cugino del Cispa e il Gigi che baila coll'amica ricciola dell'Ultraviolet al BellaVita di Montecatini, quindi non possiamo non pubblicargli questa commuovente riflessione sull'universo ed i massimi sistemi.



Le donne e l'intimo: ipocrisia e verità

Bello eh, come argomento!?!
Noi del sesso forte quando si parla delle nostre cose intime non abbiamo tabù che tengono, e finiamo per confidare a tutti anche quante decine di seghe ci facciamo al giorno: ma le donne?
Se gli chiedi di parlarti del loro intimo ti rispondono che loro a volte sì, loro lo usano l'intimo di carinzia; o se almeno non fanno l'indiane allora fanno finta di arrossire.
Ma via, lo sa anche Gambadilegno che le donne se la trastullano! E le frigide perfino con la grattugia!
Magari non hanno i nostri problemi, nel senso che se non si toccano non è che poi la notte soffrono di polluzioni e magari dopo un mese di inattività gonado-ormonale prendono una bella orchite! Però posso affermare che tutte le donne, anche la più suora, hanno almeno 5 minuti al giorno di maialaggine!!!
Non capisco però perchè non lo vogliono ammettere; forse per mantenere quel poco di dignità che le rimane (il resto della dignità l'hanno perso andando a giro col pannolino come i bambini e i vecchi), o forse perchè pensano che all'uomo piace la donna che fa finta di fare la suora e poi quando lo prende in mano ti cavalca sul pezzo come una mula da soma!
Ma non lo capiscono che a noi maschietti piace la donna sensuale e complice?
E poi perchè non riescono ad essere sincere e spontanee come i maschi?
Lascio il commento alle autorevoli penne degli autorevoli "membri" del Blog.

Il Necchi.

9 commenti:

Ilnirvana ha detto...

risposta al necchi: sovrastrutture culturali che per anni hanno insegnato alle donne che godere è da puttane. Questa è la risposta. Le donne godono, si sditalinano, son le peggio porche, ma non si deve sapere. Pena l'inferno. E, se possibile anche peggio, i giudizi degli altri. Sulle elezioni poco da dire. Berlusconi ha stra vinto, la Lega e Di Pietro sono andati bene, Il Pd benino anche se non ha preso voti "veri", ma solo spostati preferenze di persone che alle scorse elezioni sulla scheda apponevano la croce sulla sinistra radicale. La stra grande maggioranza della gente vuole un rilancio dell'economia, meno tasse, più sicurezza, meno immigrati e la certezza che nemmeno un centesimo sarà dato ai rom, i cui campi (tutti) saranno rasi al suolo. Questo vuole. Chi lo capisce vince, gli altri stanno all'opposizione. Parlando di matrimoni tra finocchi, di integrazione e di conflitto di interesse. Da che pulpito poi, visto lo schifo che combinano con le coop rosse...

Lighty3ar ha detto...

occhio, che ti ricordo che "sovrastrutture culturali" è un trademark di karl marx... :-)

Anonimo ha detto...

Caro Necchi,
anche se non ci conosciamo, vorrei rispondere alle tue parole semplicemente perchè sono una donna.
Non leggo spesso il blog di Palazzo Bobby, ma visto che il mio uomo ne fa parte, a volte mi diletto nello scorrere le notizie ed i simpatici commenti dei cari bloggers, amici che conosco e che stimo ognuno per motivi diversi. A te no, non ti conosco e non ci tengo, ma soprattutto vorrei dirti che, oltre a ripassare la grammatica italiana, dovresti cominciare a studiare le donne, poiché non le conosci affatto.
E’ evidente che le donne, come gli uomini, hanno degli istinti sessuali, ognuna a suo modo, a volte anche più forti di quelli degli uomini, noi donne non l’abbiamo mai negato, ma avresti dovuto esprimerti in modo diverso.
Perchè ci sono donne che combattono la malattia tutti i giorni, io ne conosco, semplicemente perchè hanno voluto vivere la loro natura fino in fondo, che non è solo quella di masturbarsi, ma soprattutto di essere madri.
Perchè essere madri significa anche morire.
Ci sono donne che passano le settimane a letto semplicemente perchè la gravidanza le costringe così, affamate ma riluttanti a qualsiasi cibo, dimagrite nonostante la vita che custodiscono in grembo, e che si riprendono solo perchè ormai ciò che conta più di loro, è la vita che hanno dentro e che DEVE crescere, a dispetto di tutto. Mangiare e vomitare, contorcersi dai crampi. Ma non è niente perchè si è appena all'inizio.
Quando poi dopo 9 mesi la fatica sembra terminata, finalmente ti dedichi al tuo nuovo amore e scopri però di avere un tumore. Ce ne sono così tante di queste donne che non t'immagini!
Caro Necchi, questa secondo te non è dignità? O pensi ancora che l’abbiamo persa portando il pannolino, ma lo sai perché le donne portano il pannolino oppure la tua ignoranza ricopre anche l’ambito medico?
Ti assicuro che hai profondamente offeso tutto un Universo che non si merita davvero le tue parole, o per lo meno non in modo così acido e pungente.
Evidentemente il mondo femminile deve averti profondamente ferito per farti esprimere a quel modo ma credimi, adesso siamo pari, perchè le tue parole hanno sicuramente ferito tutte le donne che le hanno lette, come me.
Qualcuno dirà che ho risposto così semplicemente da donna incinta, ormonalmente ed emotivamente instabile, e forse è così, forse in un altro momento avrei lasciato correre, ma non ne sono così sicura.
Non è giusto sparare così a zero su qualcuno soprattutto quando non lo si conosce e te delle donne non sai niente, e non sai cosa ti perdi.
Ci tengo a precisare, infine, che in due anni circa che visito questo blog, mai mi era capitato di imbattermi in una simile volgarità, e mi stupisco anche di come ti sia stato dato il benestare di uscire. Da quanto ne so gli amministratori sono molto severi sotto questo punto di vista.
Comunuqe ho semplicemente voluto difendere noi donne, da donna.
Saluti a tutti.
Francesca

dr1v3r ha detto...

E a me sapete cosa? Mi è piaciuta la replica del Necchi alla Francesca!

Anonimo ha detto...

Rispondo a Francesca
scusandomi per il ritardo (purtroppo per me il fine settimana è intenso di lavoro). Lo so che sono stato pungente ed offensivo, volutamente, sapendo di andare giustamente incontro alle ire delle donne. Sappi però che sono stato invitato da un blogger a scrivere qualcosa di diverso (e quel che ho scritto prima di esser pubblicato è stato visionato), e penso di esser stato l'unico ad aver avuto il coraggio di tirar fuori un argomento del genere. Dopo Benigni, ovviamente, quando parlò della VULVA con la Carrà. Prendendo in giro le donne ma anche gli uomini (in quanto marchiati da me come segaioli: non ho parlato solo di pannolino, e so a cosa serve), autoironizzando le biodiversità di entrambi i sessi, ho cercato di eliminare la vergogna che abbiamo tutti nel parlare di certe cose.
Non conosco fino in fondo le donne (e chi vi conosce bene? siete un grande e misterioso universo, peraltro molto affascinante) ma per questo c'è il Maestro Gigione; sicuramente ò problemi co nla grammatica ma non con le donne: chi mi conosce sul blog da tempo sa che sono un romantico, un gran burlone e soprattutto un grandissimo ammiratore delle donne. A te sembrerà strano, ma io le donne le adoro! Basti pensare solo che senza voi il mondo non esisterebbe, e che senza donne non ci sarebbe la bellezza: come si fa a non ammirarvi?
Che poi abbia scritto delle cose spinte è solo per rimanere in tema con il titolo del Blog, ovvero Luogo virtuale di cazzeggio reale; infatti ho cazzeggiato, anche se nelle mie parole c'è un fondo di verità. Del resto nel Blog ci sono anche argomenti come La sbue... e Gn...a rasata che non sono il massimo del romantico. Ma se leggi bene, il Bobby ha descritto la mia lettera come strappalacrime, quindi era palese che cazzeggiavo.
Per me prendere in giro (gli altri, ma spesso anche me stesso per fare par condicio) è un pò un antidoto contro le amarezze e le incazzature di tutti i giorni: se non ci fossero le risate, gli amici e l'amore la vita sarebbe uno schifo.
Infine, anche se non ti conosco e pur se non te ne può fregar di meno, ti auguro tanta felicità per la nascita del tuo futuro pargoletto.
Con estrema sincerità,
Enrico (il Necchi).

Anonimo ha detto...

Caro Necchi,
devo dire che ti sei difeso bene, anche se a volte a volte mi è difficile ridere sui fatti del mondo, soprattutto quando riguardano la salute.. ad ogni modo ti sono grata per aver risposto credo con sincerità e sopratttutto per gli auguri al piccolo adelio junior, che si fa già sentire e che arriverà tra noi il prossimo novembre!
Ciao
Francesca

Lighty3ar ha detto...

NECCHI FOR PRESIDENT!!!

cipoboy ha detto...

Grande necchi, ora manca la benedizione dell'imperatur (da oggi grazie a Dio l Italia è più leghista e lo dice uno del PDL) e il mondo donna è conquistato

Cicalino ha detto...

NECCHI SEI UN MITO!!!
FOR PRESIDENT!!!!

by Cicalino